Pasta e ceci

Continua a leggere “Pasta e ceci”

Annunci

Minestra di primavera e uovo pochè

Dopo averne provate tante, ho decretato che questa è la mia preferita. Ha un vivido color verde ed è profumata e ricca di sapore.

Si tratta della minestra di primavera con le primizie dell’orto: zucchine novelle, dolci pisellini primavera, profumati asparagi e cipollotti freschi. Il tutto impreziosito dal genuino sapore di un delizioso uovo fresco in camicia.

Minestra verdure di primavera 1

Imparare a fare un uovo pochè (ovvero in camicia) non è affatto facile. Avevo perso ogni speranza fino a quando non mi sono imbattuta in un brillante video di Jamie Oliver. A voi la scelta della tecnica da utilizzare! Non serve conoscere bene la lingua inglese, il video è di facile comprensione e lo troverete {qui}.

Minestra verdure di primavera 2

Vi va di cimentarvi nell’impresa? Questa minestra è ottima se accompagnata con un crostone di pane casereccio appena tostato. In collaborazione con il sito Ricette della Nonna, potrete trovare la mia ricetta cliccando {qui}.

Zuppa di miso con soba e zucca

Incominciamo a utilizzare nuovi ingredienti! Che emozione! Oggi utilizzeremo il miso e i soba giapponesi:

Il miso è una pasta dal gusto salato, a volte leggermente dolciastro, che deriva dalla fermentazione di semi di soia, riso, orzo, precedentemente cotti e conservati poi in salamoia in grandi tini di legno. La fermentazione avviene ad opera del fungo Aspergillus oryzae. Il miso è un condimento tipico della cucina orientale e derivato solitamente dai semi di soia gialla ma anche nelle varianti a base di riso, orzo, segale, grano saraceno e, ultimamente, anche a base di lupini. Ha notevoli e molteplici proprietà salutistiche in quanto è ricco di enzimi buoni per la digestione. In cucina viene utilizzato per insaporire brodi e zuppe, ma anche in patè, marinate e perfino in alcuni tipi di biscotti.

soba, invece, sono delle fettuccine di grano saraceno che vengono solitamente servite assieme a brodose minestre. Sono tipici della cucina giapponese e quelli chiamati towari soba sono privi di glutine. Esistono anche i noodles di soba chiamati  ni-hachi ovvero “due-otto” in quanto il loro impasto è fatto con due parti di farina di frumento e otto di farina di grano saraceno.

1

Zuppa di miso con soba e zucca

Ingredienti per 2 persone

600 – 700 ml di brodo vegetale non salato (vedi ricetta sotto), 400 g di zucca Butternut o da minestrone, mezza cipolla bianca, zenzero fresco, 1 spicchio d’aglio, 1 cucchiaio d’olio di sesamo o di semi di girasole BIO, 1 cucchiaio abbondante di miso (a vostra scelta se di soia, riso o legumi) BIO, 60 g di soba noodles, sesamo bianco e nero, prezzemolo.

Per il brodo vegetale vi occorre: 1 litro e mezzo d’acqua fredda, 1 carota, 1 cipolla, 1 patata, 1 zucchina, 1 spicchio d’aglio, mezzo bulbo piccolo di finocchio, 1 gambo di sedano, 2 pomodorini, una foglia d’alloro, un rametto di timo, 3 grani di pepe nero.

Per questa ricetta è importante utilizzare una base di brodo vegetale poco salato in quanto il miso ha molta sapidità. Alternativamente, potete sostituire il brodo con solo acqua. Non buttate le verdure che vi avanzeranno dopo aver filtrato il brodo: patate, sedano, cipolla, zucchine, carote e finocchio, tagliato a dadini e saltato con una noce di burro e poco sale diventeranno un ottimo contorno!

2

Preparate il brodo: pelate le verdure, tagliatele a tocchetti grossi e radunateli assieme allo spicchio d’aglio, al pepe e alle erbe in una capiente pentola. Aggiungete 1 litro e mezzo d’acqua fredda e mettete il tutto sul fuoco. Non coprite la pentola con il coperchio: il brodo dovrà sobbollire lentamente fino a riduzione di almeno metà del volume iniziale. Filtrate il tutto e tenete la parte.

Tagliate a tocchetti grossi 2 cm la zucca, tritate la cipolla, e gratuggiate un po’ di zenzero (a seconda dei vostri gusti: calcolate che nelle pietanze calde, il gusto piccante dello zenzero è duplicato!). Scaldate l’olio di sesamo in un tegame e soffriggete dolcemente la zucca, la cipolla, lo zenzero e uno spicchio d’aglio per 5 minuti a fuoco dolce. Aggiungete il brodo filtrato e lasciate sobbollire fino a quando la zucca non diventerà morbida. Eliminate l’aglio, prelevate 1 mestolo e frullatelo assieme al miso. Versatelo nella zuppa e aggiungete i soba noodles. Fate sobbollire il tutto fino a quando i vermicelli non saranno cotti. Suddividete la zuppa di miso e zucca nelle fondine o nelle ciotoline, disponete i noddles a gomitolo su ogni porzione e decoratela con foglioline spezzettate a mano di prezzemolo e semi di sesamo. Servitela bollente senza dimenticarvi di apparecchiare con le bacchette!

blog-divider1

Questa ricetta è stata pubblicata sulla rivista Q.B quanto basta in cucina nel mese di Ottobre 2015.

Minestra estiva al pesto

Che sia estate, autunno, inverno o primavera, io adoro ogni tipo di zuppe e minestre, fredde, tiepide o bollenti che siano. Soprattutto all’ora di cena. Mi dà un senso di leggerezza ma allo stesso tempo mi sazia. Oggi ci gustiamo una classica minestra di verdure, accompagnata da un saporito pesto al basilico fatto in casa. Furbo, fatto velocemente con il mixer. Non mi vogliano male i genovesi ed il loro buonissimo pesto fatto al mortaio… ma io avevo del buon basilico in giardino e poco tempo. Beh, anche il mio si è dimostrato ottimo!
1

Minestra estiva al pesto

Ingredienti per 4 persone

Per la minestra di verdure: 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva, 1 piccola cipolla (da circa 80 g), 1 spicchio d’aglio schiacciato e tritato finemente, 2 carote (circa 180 g), 1 gambo di sedano (circa 50 g), 1 patata (da circa 200g), 1 zucchina media, 150 g di fagioli borlotti freschi o 400 g di fagioli borlotti in conserva, 1 litro di brodo di pollo o vegetale, sale e pepe.

Per il pesto: 1 mazzo di basilico fresco lavato e accuratamente asciugato, 1 spicchio d’aglio, 1 cucchiaio di pinoli, 10 g di parmigiano grattugiato, 10 g di pecorino stagionato grattugiato, circa 5 cucchiai d’olio extravergine di oliva di qualità

Un consiglio: se il vostro mixer è abbastanza potente e desiderate preservare il colore verde brillante del basilico tritato, aggiungete 1 cubetto di ghiaccio prima di incominciare a tritare.

2

Preparate la minestra: tritate la cipolla e l’aglio. Tagliate le carote, il sedano e la zucchina a dadini. Risciacquate i fagioli (se utilizzate i fagioli freschi). Scaldate l’olio in una pentola. Rosolate a fuoco basso la cipolla e l’aglio fino a quando non diventeranno dorati e teneri, aggiungete le verdure, i fagioli e il brodo di pollo. Fate cuocere per un’ora circa fino a quando tutte le verdure non si saranno ammorbidite. Se utilizzate i fagioli in conserva, risciacquateli bene sotto l’acqua corrente, scolateli e aggiungeteli alla minestra in cottura 10 minuti prima di spegnere il fuoco. Lasciate intiepidire la minestra a temperatura ambiente.

Nel frattempo preparate il pesto: togliete tutte le foglie dal gambo e riponetele in un mixer assieme al parmigiano, al pecorino e all’aglio tritato. Frullate il tutto. Aggiungete 2 cucchiai alla volta d’olio fino a quando non otterrete la consistenza desiderata. Tostate in un pentolino i pinoli. Tritateli al coltello e, una volta raffreddati, uniteli al pesto.

Impiattate la minestra estiva, servendola con 2 cucchiaini di pesto per porzione.

Una sorprendente vellutata di sedano rapa con senape al balsamico

L’immancabile ricetta di una zuppa anche questa settimana… e son sicura che questa vi sorprenderà! Dedicata agli amanti sei sapori insoliti, che dopo la prima cucchiaiata, vorrebbero assaggiarne ancora 10 per capire le sfaccettature di questo nuovo gusto…
Una sorprendente vellutata di
sedano rapa con senape al balsamico
{ricetta adattata da saison.ch}
Ingredienti 
per 2 -3 persone
 
Mezza cipolla bianca
130 g di sedano rapa
1 cucchiaino d’olio d’oliva
2 cucchiaini di senape
1 cucchiaino d’aceto balsamico
500 ml di brodo vegetale bollente
100 ml di crema di riso (o panna fresca vaccina)
Sale e pepe
Prezzzemolo
Mondate, spellate e tagliate il sedano rapa in piccoli pezzi. Tritate la cipolla. Scaldate in una pentola l’olio e rosolate la cipolla assieme al sedano rapa. Salate e pepate. Aggiungete la senape, il balsamico, il brodo vegetale caldo e cuocete il tutto per 40 – 60 minuti. Aggiungete la crema di riso (o la panna) e frullate il tutto. Servite la vellutata calda decorandola con qualche ciuffo di prezzemolo fresco.

Una confortante minestra di riso e biete

Sono un’appassionata di zuppe e minestre… ne mangerei ogni giorno e a volontà! E in qualsiasi stagione… Questa deliziosa minestra mi ricorda la mia infanzia, le zuppette invernali della mia cara nonna che, con poco, facevano resuscitare anche i morti!
Una confortante minestra 
di riso e biete
 
Ingredienti per 4 persone
250 g di bietine
1 cucchiaio di burro
1 piccolo porro
120 g di riso per minestre
1.2 l di brodo vegetale caldo
180 ml di crema di riso (o panna fresca di mucca o di latte)
maggiorana
Sale e pepe
Lavate accuratamente le bietine e tagliatele a striscioline. Mondate e affettate finemente anche il porro. Fate fondere il burro, aggiungete le biete, il porro, sale e pepe. Fate appassire il tutto. Versate il brodo bollente e cuocete per 5 minuti. Aggiungete il riso e proseguite la cottura per altri 15 – 18 minuti. Terminate aggiungendo la crema di riso e la maggiorata. Servite immediatamente.

Una cremosa zuppa ai funghi

Maltempo su tutta la mia regione, freddo e umido. Rimango rintanata di fronte alla stufa gustandomi la mia cremosa zuppa ai funghi… cucchiaiata dopo cucchiaiata …
Una cremosa zuppa ai funghi
Ingredienti per 2 persone
8 g di porcini secchi
150 g di champignon
1 patata media (circa 150 g)
mezza cipolla bianca
1 cucchiaino d’olio d’oliva
750 ml di brodo di verdura caldo
100 ml di crema di riso (o di panna fresca di mucca)*
2 fette di pancetta affumicata
sale, pepe
timo
* la crema (o panna) di riso è un sostituto della panna vaccina, reperibile sia nei supermercati più forniti, che nei negozi di alimentari biologici. Alternativamente alla crema di riso esistono in commercio anche panna di soia, d’avena e di altri cereali.
Potete utilizzare anche la panna fresca di mucca.
Mettete a bagno in acqua calda per una mezzora i funghi porcini secchi in modo che si ammorbidiscano. Tritateli finemente.
Sciacquate velocemente e mondate i funghi champignon, eliminando le parti sporche di terra. Tagliateli a cubetti. Pelate e tagliate a cubetti anche una piccola patata. Tritate la cipolla.
Scaldate in un tegame l’olio, aggiungete la cipolla, i funghi e la patata. Coprite con il brodo e cuocete per 30 – 40 minuti. Frullate con un frullatore a immersione. Aggiungete poi la crema di riso (o la panna fresca) per rendere più vellutato il tutto. Aggiustate di sale e pepe e tenete al caldo.
Scaldate il grill del forno alla massima temperatura. Fate abbrustolire sotto il grill del forno le fette di pancetta affumicata in modo che diventino croccanti. Asciugatele poi bene da eventuale grasso utilizzando carta da cucina.
Impiattate la vostra zuppa di funghi, decoratela con la pancetta croccante sbriciolata e con qualche foglia di timo. Se vi piace, e se volete provare un gusto nuovo, provate a servirla con una cucchiaiata di yogurt bianco magro.

Una squisita zuppa di cipolle

Oggi è arrivato il freddo. Una bella giornata di sole, ma un fresco pungente! Per gli amanti della cipolla (ma dei sapori delicati), vi propongo questa deliziosa zuppa, facilissima da preparare!
Utilizzate più tipi di cipolle: bianca, dorata, rossa, lo scalogno e la cipolla borettana: il gusto della vostra zuppa sarà ancora più particolare!
La zuppa di cipolle risale al periodo romano e, nel corso della storia, è stato spesso considerato un alimento per i bimbi e per le persone povere. La versione moderna di questa zuppa è nata nella Francia del diciassettesimo secolo: la tipica soupe d’oignon francese era a base di pane secco o crostini , brodo di manzo e cipolle caramellate .
La leggenda narra che la zuppa fu inventata da Luigi XV. A tarda notte, nella sua residenza di caccia, in preda a una fame improvvisa, cucinò questa zuppa con ciò che possedeva in cucina: cipolle, burro e champagne.
Una squisita
zuppa di cipolle
Ingredienti per 4 persone
400 g di cipolle (dorate, bianche o un mix a vostra scelta)
1 cucchiaino di burro
20 g di maizena (o 1 cucchiaio di farina 00)
150 ml di vino bianco o rosato
1 litro di brodo vegetale bollente
sale, pepe
foglie di timo
Tagliate grossolanamente le cipolle. Sciogliete in una pentola il burro, fate poi dorare le cipolle. Salatele e pepatele. Spolverate con la maizena setacciata oppure con la farina. Aggiungete le foglie di timo, il brodo vegetale bollente e cuocete a fuoco basso per 30 – 40 minuti. Se desiderate ottenere una vellutata, frullate la zuppa con il mixer a immersione. Impiattate, spolverate con parmigiano grattugiato e decorate con timo fresco.