Cotechino in galera

I nostri vecchi dicevano sempre che nei giorni di neve bisogna cucinare il musetto, ovvero il cotechino in chiave friulana. Continua a leggere “Cotechino in galera”

Annunci

Ragù di maiale e melanzane ai semi di finocchio

Adoro i ragù, cotti lentamente in padella facendo sobbollire deliziosamente il sugo. Il ragù della mia infanzia è quello della nonna, rigorosamente di carne di maiale tritata, qualche salsiccia sbriciolata, un soffritto fatto come si deve e l’immancabile cannella. Cotto a puntino e meravigliosamente saporito, andava a condire soffici gnocchi preparati al momento con le patate vecchie dell’orto. Era il pranzo tipico della domenica.

Sulle orme di questa tradizione culinaria, ho imparato a impreziosire ogni preparazione con qualche spezia “per dare un tocco in più” e per caratterizzare maggiormente il piatto. Vi propongo un gustoso ragù, anch’esso di maiale arricchito da melanzane cotte lentamente e profumato da semini di finocchio pestati.

Ragù di maiale e melanzane ai semi di finocchio 1

Ragù di maiale e melanzane ai semi di finocchio

Ingredienti per 4 persone

300 g di polpa di maiale macinata, 1 cipolla, 1 melanzana, 2 cucchiaini di semi di finocchio, mezzo bicchiere di vino bianco secco, mezzo bicchiere di brodo di verdure caldo o di acqua calda, 4 cucchiai di polpa di pomodoro, olio extravergine di oliva, basilico, sale e pepe

Per un gusto in più potete aggiungere un pizzico di cannella e di peperoncino, oppure potete sostituire i semi di finocchio con dei semini di kümmel o cumino del prati.

Ragù di maiale e melanzane ai semi di finocchio 2

Procedimento

Tritate finemente la cipolla e fatela appassire dolcemente assieme a 2 cucchiai d’olio d’oliva e ai semi di finocchio pestati al mortaio. Cuocetela per 5 minuti. Aggiungete poi la carne di maiale macinata, insaporite con sale e pepe e lasciate dorare leggermente il tutto.

Sfumate con il vino bianco, aggiungete la polpa di pomodoro, il brodo (o l’acqua calda), coprite con un coperchio e abbassate la fiamma al minimo. Lasciate sobbollire per almeno 1 ora. Se necessario, aggiungete un po’ d’acqua in cottura.

Nel frattempo, mondate la melanzana e riducetela a dadini. Riponetela in una  ciotola capiente, salatela leggermente e lasciatela riposare per una ventina di minuti in modo che si ammorbidisca.

Scaldate in una padella 2 cucchiai d’olio e rosolate i dadini di melanzana fino a quando non saranno morbidi. Aggiungeteli a questo punto al ragù di maiale che avrà terminato la cottura. Mescolate bene il tutto. Profumate con delle foglie di basilico fresco.

Ragù di maiale e melanzane ai semi di finocchio 3

Con questo ragù rustico, aromatico e saporito si abbina bene una pasta lunga e ruvida come ad esempio delle pappardelle, oppure delle reginette. Alternativamente dei gustosi spaghetti alla chitarra.

 

Fagioli con le cotiche

Sembra che questa ricetta provenga dal Lazio ma in verità, i fagioli con le cotiche, sono un piatto povero e allo stesso tempo sostanzioso comune in tutta Italia, sopratutto al centro (in Umbria, Marche e Toscana). Al nord ritroviamo i fagioli grassi (feseuj grass) piemontesi oppure qui in Friuli la mignestre misturade: entrambi le preparazioni più o meno brodose prevedono tra gli ingredienti i fagioli e le verdure dell’orto resi più succulenti da pezzetti di cotiche, trippa e piccoli “avanzi” di insaccati come cotechino, saguinaccio e ossa di prosciutto per insaporire il tutto. Al giorno d’oggi potremo paragonare questi piatti alla famosa padellata di legumi divorata da Terence Hill nel film “Lo chiamavano Trinità“.

fagioli-con-le-cotiche

Questo piatto così calorico di certo non rimanda ai canoni salutistici moderni ma per molti è un ritorno ai vecchi sapori d’infanzia. Le cotiche, un tempo più popolari sul mercato, ancor oggi, su richiesta, sono reperibili dal macellaio che, molto probabilmente, regala queste parti meno nobili del maiale. Si tratta del famoso “Quinto Quarto” del maiale, uno dei pezzi meno pregiati, ma che normalmente troviamo negli insaccati consumati durante le feste natalizie – vedi cotechini e zamponi – e che un tempo venivano dati ai lavoranti dei macelli assieme alla paga e qualche frattaglia.

fagioli-con-le-cotiche-2

Siete nostalgici di questi sapori? In collaborazione con il sito Ricette della Nonna, troverete la mia versione cliccando {qui}.

Filetto di maiale in crosta

Avete un pranzo importante nel weekend? Nessuna crisi di panico: oggi vi propongo un secondo piatto facile e veloce da preparare, di sicuro effetto. Vi basta un rotolo di pasta sfoglia, un filetto di maiale o di manzo e un po’ di senape.

filetto di maiale in crosta 1

Un abbinamento che di solito prediligo è il maiale assieme alle mele e alla senape. Il gusto acidulo, saporito e dolce aiuta a intenerire e a sgrassare questa carne.

Per questa ricetta ho utilizzato una senape molto particolare. Si tratta della Senape dolce BIO alle mele Bauernladen composta da semi di senape interi, pezzi di mela disidratati e succo di mela. Ha un sapore dolce e ben si sposa anche assieme al salmone affumicato, all’insalata di patate o alla friulanissima trota Fil di Fumo Friultrota di San Daniele.

filetto di maiale in crosta 2

In collaborazione con il sito Ricette della Nonna, troverete la mia ricetta del Filetto in crosta cliccando {qui}.