Brownies leggeri alla zucca, senza glutine

Finalmente è arrivato il mese della zucca e le ricette da inventare sono davvero tantissime! I brownies, sono dei morbidi dolcetti dal sapore tutto americano, di solito costellati da tanta frutta secca nel loro impasto. Continua a leggere “Brownies leggeri alla zucca, senza glutine”

Annunci

Brioche alla ricotta e gocce di cioccolato

Sto testando moltissime ricette con la ricotta biologica della Fattoria Zoff, azienda con la quale collaboro in questo ultimo periodo, con molti corsi di cucina, pubblicazioni e progetti futuri. Questa volta mi sono messa alla prova ed ho sperimentato un pan brioche senza burro nè olio. Il risultato riuscitissimo, mi ha stupito: un lievitato soffice soffice e leggero come una nuvola che si conserva anche  4 giorni dopo la sua preparazione.

brioche gocce di cioccolato ricotta zoff 1

Brioche alla ricotta e gocce di cioccolato

Ingredienti per uno stampo da plum cake grande

300 g di farina “tipo 0”, 1 uovo intero, 6 g di lievito di birra fresco o 1 cucchiaino di lievito di birra secco, 80 g di ricotta biologica della Fattoria Zoff, 120 ml d’acqua tiepida, 60 g di zucchero, i semi di una bacca di vaniglia, 1 cucchiaio di rum o di vino Marsala (facoltativo), 4 cucchiai di gocce di cioccolato, 1 cucchiaino di sale, latte o panna per spennellare.

Per far sì che le gocce di cioccolato non si sciolgano in cottura nell’impasto, conservate la confezione in freezer e aggiungetele congelate all’impasto.

brioche gocce di cioccolato ricotta zoff 2

Procedimento

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida e lasciate riposare per una decina di minuti.

Sbattete l’uovo e lavoratelo assieme alla ricotta, alla vaniglia e al rum o al vino Marsala. Aggiungete quindi l’acqua con il lievito e mescolate il tutto. Incominciate a impastare aggiungendo la farina, poca per volta ed il sale. Potete utilizzare una planetaria munita di gancio a uncino per velocizzare l’operazione. Dovrete ottenere un’impasto ben incordato e leggermente appiccicoso. Infarinate leggermente il piano di lavoro, formate una palla e riponetela in una ciotola a lievitare coperta da un telo da cucina.

Lasciate riposare l’impasto fino al raddoppio; ci vorranno circa 2 ore.

Riprendete l’impasto e impastatelo di nuovo, questa volta aggiungendo le gocce di cioccolato. Formate di nuovo una palla e riponetela di nuovo a lievitare nella ciotola, fino al raddoppio, coperta da un telo.

A questo punto, trascorsa la seconda lievitazione, dividete l’impasto del pan brioche in 8 palline da circa 80 – 90 g. Disponetele in uno stampo rettangolare grande da plum cake rivestito con la carta forno. Coprite con un telo da cucina e fate lievitare il tutto per un’ora.

Nel frattempo scaldate il forno a 180° C in modalità statico.

Spennellate il pan brioche con poco latte o panna e infornatelo. Cuocetelo sul ripiano più basso del forno per almeno 30 minuti. Copritelo con un foglio di carta argentata se si dovesse scurire troppo in superficie. Fate la prova stecchino per controllare la cottura.

Una volta cotto, portate il pan brioche a temperatura ambiente, sformatelo e riponetelo a raffreddare su una gratella.

Consumatelo ben freddo. La sua morbidezza e fragranza rimane intatta per almeno 3 – 4 giorni se lo conserverete in un contenitore ermetico.

 

brioche gocce di cioccolato ricotta zoff 3

Chiffon cake al cocco e cioccolato

La chiffon cake è diventata negli ultimi anni un dolce ambitissimo da tutti gli appassionati di pasticceria. Si tratta di una ciambellone proveniente dagli Stati Uniti, chiamato anche Angel’s food cake – o torta degli angeli – preparata con gli albumi montati a neve sapientemente uniti al composto della torta. La versione senza glutine è arricchita da cioccolato fuso, cocco raspato e decorata da palline di cocco e biscotti al miglio senza glutine Piaceri Mediterranei.

2

Chiffon cake al cocco e cioccolato (senza glutine)

Ingredienti per 6 – 8 persone

Per la base della chiffon cake: 150 g di cioccolato fondente al 72%, 150 g di zucchero semolato, 80 g di cocco raspato, 75 g di burro, 40 g di olio di semi, 130 g di farina senza glutine Piaceri Mediterranei, 7 albumi di uova grandi, 1 bustina di lievito per dolci senza glutine, un pizzico di sale.

Per la decorazione e per le palline al cocco: 30 g di biscotti al miglio senza glutine Piaceri Mediterranei, 60 g di cocco raspato più un po’, 1 cucchiaio di zucchero a velo, 1 cucchiaio di rum, 80 g di mascarpone, 100 g di cioccolato fondente al 72%, 1 cucchiaio di panna fresca o latte, scaglie di cocco.

3

Procedimento

Preparate la chiffon cake al cocco e cioccolato: assicuratevi che gli albumi siano a temperatura ambiente. Montateli a neve aggiungendo gradualmente lo zucchero semolato. Quando avranno raggiunto una consistenza soda e ferma, metteteli da parte.

Versate in una ciotola resistente al calore il cioccolato fondente spezzettato, il burro e l’olio. Fate sciogliere il tutto a bagnomaria. Mescolate bene per amalgamare bene gli ingredienti. Fate raffreddare leggermente.

col 1

col 2

Versate in una ciotola la farina senza glutine Piaceri Mediterranei, il cocco raspato, il lievito e il sale. Mescolate bene il tutto e versate al centro il cioccolato fuso e un terzo degli albumi. Mescolate fino a quando non avrete ottenuto un composto omogeneo.

Completate aggiungendo gli albumi rimasti e mescolando delicatamente dall’alto verso il basso.

Imburrate e infarinate uno stampo per chiffon cake o per ciambella abbastanza alto e largo almeno 22 – 24 cm. Versate il composto all’interno e livellatelo bene.

Scaldate il forno a 160° C e infornate la torta a forno caldo. Cuocetela per 40 – 50 minuti. Fate la prova stecchino per controllare la cottura. Una volta cotto, estraete il ciambellone dal forno e fatelo riposare per 20 minuti nel suo stampo. Poi sformatelo e fatelo raffreddare completamente su una gratella.

col 3

Preparate ora le palline al cocco: frullate in un mixer i biscotti fino ad ottenere una polvere fine. Mescolate il cocco raspato allo zucchero e alla polvere di biscotti. Aggiungete il mascarpone, il rum e lavorate il tutto con una forchetta. Prelevate delle porzioni di composto, formate delle palline e passatele nel cocco grattugiato. Conservatele in frigorifero.

Fate fondere a bagnomaria il cioccolato fondete spezzettato assieme alla panna fresca.

Una volta raffreddata la chiffon cake, decorate la superficie versando il cioccolato fuso e spolverandola con le scaglie di cocco. Adagiate le palline di cocco sulla torta e riponetela ancora un’oretta in frigorifero prima di servirla.

 

 

Brownies all’avocado e frutta secca (senza burro e senza olio)

Torte e dolci al cioccolato, con sane e poche calorie e senza troppi grassi. Si può? Certo! Oltre a sostituire il burro con l’olio nei dolci, un nuovo sostituto 100% veg (come VEGano, VEGetariano e VEGetale) è la polpa di avocado. È ottima, soprattutto nelle torte soffici e nei muffins al cioccolato e al cacao, dove l’unione di cioccolato extra fondete fuso, uova ben montate e avocato ridotto in purea al posto del burro, donano a questi dolci una sorprendente morbidezza che permane anche nei giorni seguenti.

brownie-allavocado-e-frutta-secca-senza-burro-ne-olio-1

Personalmente non adoro l’avocado. Mi piace la salsa guacamole, tipico accompagnamento nella cucina messicana, e preferisco utilizzarlo al posto del burro nelle preparazioni dolciarie al posto di burro o olio. Molti frutti di avocado in commercio (bio e non) provengono da coltivazioni del Sud e del Centro America. Non tutti sanno che in Italia esiste una piccola produzione di avocado biologico, precisamente in Sicilia. Se siete interessati potete visitare il sito di Sicilia Avocado  e consultare l’ e-shop di questa azienda.

COME VALUTARE LO STATO DI MATURITÀ DELL’AVOCADO?

Al momento dell’acquisto, tastate l’avocado con le dita:

  • Se è molto duro, è allora ancora acerbo e bisogna farlo maturare alcuni giorni. Potete acquistarlo se avete in programma di non utilizzarlo subito. Per farlo maturare più velocemente, mettetelo vicino a delle mele e a delle banane.
  • Se tastandolo la buccia cede ma non lascia nessun solco, è pronto per essere mangiato a fette per esempio nell’insalata, sui crostini al salmone o come tartare.
  • Se tastandolo la buccia lascia un piccolo solco dopo essere stata premuta, l’avocado è troppo maturo per essere mangiato a fette, ma va ancora bene per essere ridotto in crema ed è adatto alla preparazione di guacamole o per le ricette dolci.
  • Se la buccia lascia un solco profondo e la buccia è molto scura, è troppo maturo e non va acquistato.

brownie-allavocado-e-frutta-secca-senza-burro-ne-olio-2

Pronti a sperimentare questi brownies? In collaborazione con il sito Ricette della Nonna, troverete tutte le istruzioni sulla preparazione cliccando {qui}.

Cake al miglio e cocco con gocce di cioccolata

Cosa mangio a colazione? 

Non sono abitudinaria (e questo per alcune cose è un gran difetto!) e mi piace cambiare ogni giorno spaziando dal dolce al salato. Molte volte trovo l’ispirazione di preparare un dolce ricco di gusto, buono e salutare prima di andare a letto, in modo da averlo pronto da gustare la mattina dopo. Mi piacciono molto i plum cakes, questo in particolare lo apprezzo di più gustandolo assieme a una pera tagliata a fette, spalmato magari con un velo di ricotta sorseggiando un buon caffè d’orzo.

cake-cocco-miglio-1

Cake al miglio e cocco con gocce di cioccolata

Ingredienti per uno stampo medio da plum cake

120 g di farina di miglio BIO, 120 g di farina di tipo 00, 2 uova intere, 120 g di zucchero di canna chiaro, 100 ml d’olio di semi, 30 g di fiocchi d’avena, 30 g di cocco grattugiato, 180 ml di latte di cocco oppure di yogurt (bianco o di cocco), 1 cucchiaio di rum, 1 bustina di lievito per dolci, un pizzico di semi di vaniglia, 4 cucchiai di gocce di cioccolato, sale.

Un solo cake che può avere numerose varianti: potete utilizzare sia un olio d’oliva leggero oppure un olio di semi di girasole. Potete sostituire le gocce di cioccolato con dei mirtilli rossi disidratati e il latte di cocco lo potete sostituire con dello yogurt.

cake-cocco-miglio-2

Procedimento

Scaldate il forno a 170°C e preparate lo stampo da plum cake rivestendolo con della carta forno.

In una capiente ciotola sgusciate le uova e sbattetele con le fruste elettriche assieme allo zucchero fino a quando non diventeranno chiare e spumose. Aggiungete l’olio a filo, un pizzico di sale, il latte di cocco e la vaniglia. Mescolate bene.

Setacciate le farine assieme al lievito e aggiungetele al composto liquido appena preparato.

Pesate l’avena, il cocco grattugiato e le gocce di cioccolato. Mescolate il tutto e unitelo al composto. Unite per ultimo il rum per profumare bene il tutto. Versate il composto nello stampo e infornate.

Cuocete il plum cake per almeno 40 – 45 minuti. Fate la prova stecchino per controllare il grado di cottura.

Una volta pronto, trasferitelo su una gratella e lasciatelo raffreddare bene prima di servirlo tagliato a fette.

Ciambella alla vaniglia e cioccolato

La ciambella alla vaniglia e cioccolato è un must della colazione del weekend o del tè delle cinque. È ottima servita con un ricciolo di panna e ben si presta a esser abbinata a un ottimo Earl Grey aromatizzato al bergamotto.

torta-bicolore

Ciambella alla vaniglia e cioccolato

Ingredienti per una ciambella dal diametro di 22 – 24 cm

100 g di cioccolato fondente, 1 cucchiaino di caffè solubile (facoltativo), 180 g di farina 00, 20 g di amido di mais o fecola di patate, 4 cucchiaini di lievito per dolci, 160 g di zucchero semolato, 1 tazzina di caffè colma di yogurt bianco (circa 60 ml), 2 uova, 80 ml di latte, 100 g di burro morbido a temperatura ambiente,  i semi di una bacca di vaniglia, 1 pizzico di sale.

Se a casa non avete il cioccolato fondente, potete sostituirlo con del cioccolato al latte. Per un dolce più leggero, potete sostituire il burro con 80 ml d’olio leggero di semi di girasole o di mais.

marble-cake-vaniglia-cacao-2

Procedimento

Scaldate il forno a 170° C.

Imburrate e infarinate uno stampo per ciambella dal diametro di 22 – 24 cm. alternativamente utilizzate uno stampo medio per plum cake.

Spezzettate il cioccolato. Riponetelo in una ciotolina assieme al caffè solubile e fatelo sciogliere a bagnomaria. Lasciatelo poi intiepidire a temperatura ambiente.

Ammorbidite il burro a temperatura ambiente. Una volta morbido, lavoratelo con le fruste assieme allo zucchero. Aggiungete al composto un uovo per volta senza smettere di montare il tutto. Unite poi lo yogurt, un pizzico di sale e mescolate bene.

Setacciate la farina, la maizena assieme al lievito e uniteli gradualmente al composto alternando al latte. A questo punto, dividete il composto in 2 parti uguali versando una metà in una ciotola. Aggiungete i semi di una bacca di vaniglia al primo composto, il cioccolato fuso al secondo.

Versate un terzo di composto chiaro sullo stampo, poi un terzo di composto scuro e procedete fino a esaurimento dell’impasto. Infornate la torta e cuocetela per 35 – 40 minuti. Fate la prova stecchino per controllare la cottura.

Una volta pronta, lasciate intipiedire a temperatura ambiente la ciambella. Aspettate una decina di minuti prima di sformarla su una gratella.

 

Sorbetto al cioccolato

Arriva l’estate e la voglia di gelati e sorbetti. Ho provato a fare il sorbetto fatto in casa senza gelatiera deliziosamente impreziosito da fave di cacao, senza aggiunta di latte e panna, secondo i consigli del grande David Lebovitz, cuoco, scrittore, blogger e bravissimo gelataio “homemaker” di fama mondiale.

Sorbetto al cioccolato 1

Avete mai assaggiato una fava di cacao tostata? Nella foto potete vedere le fave di cacao ancora ricoperte dal loro guscio. Dentro giace un scuro seme dal profumo caratteristico e dal sapore amaro e aspro con piccole noti dolciastre che ricorda un po’ il caffè di qualità. Non per altro, all’Università del Caffè di Trieste, servono il nero (espresso) Illy con le fave di cacao tostate.

Sorbetto al cioccolato 2

La realizzazione del sorbetto al cioccolato è semplicissima. Richiede un po’ di pazienza e di tempo, un po’ di costanza, ma ne vale la bontà del risultato. In collaborazione con la mia cara famiglia di Ricette della nonna potete trovare la ricetta del mio sorbetto cliccando {qui}.

Torta tenerina alla ricotta e lamponi

La torta tenerina è la più buona che ci sia. Dal gusto che si scioglie in bocca, deve esser fatta con il miglior cioccolato fondente che trovate in commercio. Se arricchita da dolci lamponi, allora l’abbinamento diventerà straordinario.

Per alleggerire delle torte così “potenti” in termini di burro, la ricotta o lo yogurt greco sono dei validi sostituti. La mia versione della tenerina alla ricotta e lamponi (con poco burro, ve lo prometto!) è leggera e diventerà la vostra merenda preferita!

tenerina ricotta lamponi 1

Torta tenerina alla ricotta e lamponi

Ingredienti per uno stampo dal diametro di 24 cm

2 uova, 50 g di burro, 100 g di cioccolato fondente, 100 g di ricotta magra, 1 cucchiaio di latte fresco, 70 g di zucchero, 50 g di farina 00, 1 cucchiaino scarso di lievito per dolci, un pizzico di sale, 125 g di lamponi, panna montata, zucchero a velo.

Per questa ricetta ho utilizzato una ricotta magra di capra, molto più saporita di quella vaccina. Ma se preferite, potete utilizzare la ricotta di mucca. Alternativamente, sostituitela con uno yogurt greco molto denso.

tenerina ricotta lamponi 2

Procedimento

Scaldate il forno a 160°C e rivestite di carta forno una tortiera dal diametro di 24 cm.

Spezzettate il cioccolato e versatelo in una ciotola resistente al calore assieme al burro tagliato a dadini. Fate fondere in tutto a bagnomaria e lasciate poi raffreddare.

A parte dividete i tuorli dagli albumi. Montate questi ultimi a neve aggiungendo gradualmente 2 cucchiai di zucchero.

Lavorate in una ciotola grande la ricotta assieme al latte e allo zucchero fino a ridurla in crema. Mescolate e aggiungete un tuorlo alla volta. Sbattete il tutto con le fruste e versate e filo il burro fuso assieme al cioccolato, il sale e, per ultima la farina setacciata assieme al lievito. Servendovi di una spatola, amalgamate gradatamente al composto gli albumi precedentemente montati a neve.

Versate metà del composto nella tortiera.

Infarinate con un cucchiaino di farina setacciata solo 80 g di lamponi e distribuiteli sul composto versato sulla tortiera. Ricoprite poi con la parte restante d’impasto.

Infornate la torta tenerina e cuocetela a forno statico per 20 – 25 minuti. Fate la prova stecchino per verificare la cottura della torta. Lasciatela raffreddare bene su una gratella.

Servitela poi a fette, accompagnandola con la panna montata e i lamponi che avrete tenuto da parte.

tenerina ricotta lamponi 3

Torta soffice alle nocciole

S.O.S albumi in frigo! Che fare? Una deliziosa torta alle nocciole è quello che ci vuole. Questo dolce è soffice con un intenso profumo e aroma di nocciola e con una golosa superficie leggermente meringata. Vi consiglio di utilizzare le nocciole intere, che tosterete voi stessi, in modo da ottenere un gusto incomparabile e intenso.

Torta soffice nocciole 1

E per lo più, che ne dite di uno strato di crema alla nocciola? Utilizzate delle creme alla frutta secca biologiche, con meno ingredienti possibili. Sono le più sane, e di sicuro le più gustose.

Se siete amanti del gusto intenso di nocciola vi consiglio la CiokoCream Alce Nero, che contiene nocciole biologiche, cacao e lo zucchero utilizzati certificati Fairtrade e provengono dalle coltivazioni di piccoli agricoltori in America Latina tra cui i soci di Cooperativa Norandino in Perù.

Se invece siete dei golosi impenitenti, allora la crema spalmabile Cacao Intenso della Ecor  con cacao, zucchero di canna e pasta di nocciole, fa al caso vostro.

Entrambi le creme spalmabili sono Biologiche e PALM OIL FREE.

Torta soffice nocciole 3

Torta soffice alle nocciole

Ingredienti per uno stampo dal diametro di 22 – 24 cm

3 albumi, 75 g di zucchero a velo, 75 g di nocciole sgusciate più un po’ per decorare, 75 g di burro, 75 g di farina, 1 cucchiaino di lievito per dolci, un pizzico di sale, 2 cucchiai abbondanti di crema alla nocciola BIO.

Questa è una ricetta “ricicla albumi” : io ne ho utilizzati 3. Il rapporto tra gli albumi e gli ingredienti è facilissimo! Per ogni albume servono 25 g di zucchero, 25 g di farina, 25 g di burro e 25 g di nocciole.

Torta soffice nocciole 2

Scaldate il forno a 180°C e tostate le nocciole per alcuni minuti. Riponetele poi in un telo da cucina, scuotetele un po’ e, quando saranno tiepide sbucciatele. Lasciatele raffreddare e riducetele poi in granella frullandole con un mixer.

Fate fondere il burro e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente, mescolate la farina bianca assieme al lievito e alla granella di nocciole.

In una ciotola montate a neve gli albumi assieme a un pizzico di sale, servendovi di una frusta elettrica. Quando saranno ben montati, aggiungete gradualmente lo zucchero a velo, continuando a montare fino a quando il tutto non diventerà lucido e ben fermo.

Spegnete le fruste e amalgamate al composto, aiutandovi con una spatola per non smontare il tutto,  la farina, il lievito e la granella di nocciole. Terminate con il burro fuso freddo a filo.

Torta soffice nocciole 4

Rivestite una tortiera tonda con della carta forno. Versate l’impasto e infornate la torta in forno già caldo 170°C. Cuocetela per 20 – 30 minuti. Fate la priva stecchino per controllare la cottura.

A cottura ultimata, estraete la torta dalla teglia e fatela raffreddare su una gratella. Decorate poi la superficie con 2 cucchiai di crema alla nocciola e nocciole tostate.

Brownies alle noci e amaretti

Quando il brownie al cioccolato incontra le noci e gli amaretti, nasce un dolce goloso e ricco di sapore. I biscotti acquistano una consistenza morbida, mentre le noci danno croccantezza al dessert. Se anche a voi piacciono i dolcetti cioccolatosi questi brownies faranno al caso vostro!

Brownies noci amaretti 1

Brownies alle noci  e amaretti

Ingredienti per una teglia rettangolare di media grandezza

175 g di cioccolato fondente al 70%, 70 g di zucchero semolato, 80 g di burro a cubetti, 40 g di farina 00,  2 uova, 60 g di noci sgusciate, 60 g di amaretti, un pizzico di sale.

Se come me, amate il sapore e l’aroma di mandorla, potete rinforzare il gusto di questi dolcetti aggiungendo 1 cucchiaio di liquore all’Amaretto. Se invece siete degli amanti del cioccolato, provate ad aromatizzare l’impasto con 1 cucchiaio di liquore al caffè per esaltare di più il gusto del cacao.

Brownies noci amaretti 2

Procedimento

Scaldate il forno a 180°C.

Riducete il cioccolato in piccoli pezzi e fatelo sciogliere a bagnomaria. Una volta fuso, aggiungete fuori dal fuoco i pezzettini di burro, pochi per volta, mescolando con una frusta a mano. Versate poi lo zucchero e fatelo amalgamare bene. Proseguite poi aggiungendo un uovo per volta, la farina e un pizzico di sale. Mescolate bene prima di aggiungere ogni singolo ingrediente.

Rivestite con della carta forno una teglia quadrata o rettangolare di media grandezza alta almeno 3 cm. Versate il composto e livellate bene la superficie con una spatola. Infornate e cuocete i brownies per almeno 20 minuti.

Una volta cotti, lasciateli raffreddare prima di tagliarli in cubotti con un coltello affilato. Si conservano morbidi per almeno 4 giorni se riposti in un contenitore ermetico.