Frittelle di olive e acciughe del Cantabrico

Io lo ripeto sempre. Potrei vivere di pane, burro di montagna e alici. Quando Rizzoli Emanuelli mi ha proposto di diventare #tasteambassador non ho potuto dire di no. E pensare che odiavo le spine e tutto quello che nuotava. Ora mi ritrovo a non poter più farne a meno. Luigi ed Emilio Rizzoli, assieme ad Antonietta Emanuelli fondarono nei primi del ‘900 la loro produzione specializzata nella filettatura e confezionamento di alici. Scelsero anche il logo. Che io fin da piccola, divoratrice di libri e amante di gnomi, fate e streghe, adoravo, perché lo notavo subito sulle scaffalatura del negozio di gastronomia del mio paese. I famosi 3 gnomi rappresentano dal 1906 buon auspicio, salute e longevità. Per l’ultimo giorno di Carnevale, martedì grasso, vi propongo queste saporite frittelle.

FRITTELLE ALICI 4

Frittelle alle olive e acciughe del Cantabrico

Ingredienti per 4 persone

  • 150 g di farina di farro bianca
  • 50 g di semola rimacinata fine
  • 1 uovo piccolo
  • 130 ml di latte, più un po’ se serve
  • mezza bustina di lievito chimico per torte salate
  • 2 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
  • 80 g di acciughe del Cantabrico Rizzoli
  • Un pizzico di peperoncino in polvere
  • 2 rametti di maggiorana fresca
  • Sale
  • Mezzo litro d’olio per friggere

Omettendo le olive e le alici, otterrete una saporita base per frittelle salate che potrete utilizzare con verdure di stagione o salumi. Sconsigliati i formaggi.

FRITTELLE ALICI 2

Procedimento per preparare le frittelle

Il Cantabrico è il mare che bagna le coste nord della Spagna e sud-ovest della Francia. Le acciughe di questo mare sono uniche per gusto, dimensioni e polpa: rosse, profumate, saporite. Di grande pezzatura, vengono lavorate sul luogo di pesca e lasciate stagionare per 4/6 mesi. Le acciughe lavorate da Rizzoli Emanuelli sono prodotti certificati MSC Pesca Sostenibile.

FRITTELLE ALICI 3

In una ciotola mescolate la farina di farro assieme alla semola rimacinata di grano duro, il sale, il lievito per torte salate. Unite l’uovo e, poco per volta, il latte, fino ad ottenere una pastella collosa ma non troppo liquida.

A parte scolate le alici arrotolate del Cantabrico e tritatele non troppo fini. Fate lo stesso con le olive taggiasche. Unite il tutto alla pastella precedentemente preparata assieme al peperoncino e alla maggiorana. Mescolate bene.

Scaldate l’olio di semi in un padellino. Una volta caldo, inumidite nell’olio 2 cucchiaini e, aiutandovi con questi, gettate delle piccole porzioni d’impasto nell’olio bollente. Friggete 5 – 6 frittelle per volta. Una volta dorate, raccoglietele e scolatele sulla carta da cucina. Sono ottime tiepide, ma anche fredde non perdono la loro fragranza.

FRITTELLE ALICI 5

Un commento

Rispondi a carla in cucina Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...