Fare il pane con la macchina del pane #loveseverin

Statistiche confermano che, per gli italiani, i primi tre profumi riconoscibili a occhi chiusi sono l’odore del caffè, il profumo di una rosa e l’aroma del pane appena sfornato. Quindi chi non apprezzerebbe pane fresco ogni giorno? Mi sono avvicinata al mondo della panificazione tempo fa, grazie alla macchina del pane che mi era stata regalata: non mi serviva più impastare a mano, rispettare tempi e temperature di lievitazione e cottura, perché il tutto era  racchiuso in quel magico marchingegno.

Esistono numerosi modelli di numerose marche e pressoché tutte possiedono all’incirca le stesse caratteristiche e funzioni. Dopo l’ultima macchina del pane, “deceduta” qualche mese fa, mi sono subito apprestata a prenderne un’altra e ho optato per la Macchina del Pane della marca SEVERIN. Come ambasciatrice per la nuova campagna 2015 – 2016 #loveseverin vi racconto un po’ trucchi e segreti per utilizzare al meglio questo piccolo elettrodomestico.

pane 1

Indispensabili accessori

Oltre al “corpo”, la macchina del pane è composta dal fondamentale stampo di cottura del pane in materiale antiaderente. A seconda dei modelli, la capacità di questo cestello è più o meno grande. In generale, con la macchina del pane, potete realizzare pezzature da 500 g, 750 g o 1kg. Personalmente, preferisco il pane da 750 g, è la taglia perfetta per tutta la famiglia. Inserito nello stampo di cottura del pane, è presente il gancio per impastare che è estraibile e completamente lavabile.

Altri accessori fondamentali presenti sono: il misurino graduato per i liquidi, un misurino per la dose di cucchiaio e cucchiaino e una piccola astina per estrarre il gancio impastatore della pagnotta di pane cotta.

pane 5

Funzioni

La macchina del pane della Severin è un pozzo di idee, utili per liberare la mia fantasia dell’arte bianca. Di solito, quando non ho voglia di impastare, far lievitare e infornare, scelgo che la macchina lo faccia per me. In tal caso, la macchina del pane è regolabile su diversi programmi in base al risultato che voglio ottenere:

  • STANDARD: è il programma di solito più utilizzato per il pane bianco
  • PANE BIANCO ALLA FRANCESE: per preparazioni con impasto leggero
  • PANE INTEGRALE: per pane con farine integrali che richiedono più tempo di lavorazione
  • PANE VELOCE PER PEZZATURE DA 700 g E DA 1 kg: per lavorazioni veloci e pane più compatto
  • SANDWICH e PANINI: per pani in cassetta al latte con crosta sottile, adatti alla preparazione di sandwich

Tutte queste funzioni sono personalizzabili in base alla grandezza del pane e alla doratura in cottura (dorato, medio o ben cotto). Potete inoltre aggiungere ingredienti aggiuntivi al vostro impasto come semi, erbe aromatiche e gocce di cioccolato, al “bip” della macchina.

Se invece decido di dar forma al mio pane, creando trecce, paninetti o brioche, di solito scelgo la funzione IMPASTO, durante la quale gli ingredienti vengono impastati per oltre 10 minuti. Seguono poi 2 lievitazioni a temperatura controllata.

Altre interessanti funzioni della macchina del pane Severin sono:

  • BISCOTTI E PASTICCINI: per la preparazione di impasti per dolci
  • TORTE: per l’impasto e la cottura di torte direttamente nella macchina del pane
  • CONSERVE E MARMELLATE: per cuocere marmellate nella macchina del pane (per un max di 1 kg di ingredienti tra zucchero e frutta) con continua rotazione del gancio impastatore.

Per svegliarsi con il pane caldo pronto per la colazione è possibile avviare la PARTENZA RITARDATA. Inoltre la pagnotta di pane cotta nella macchina del pane, rimane calda per almeno 1 ora dopo il termine di cottura.

pane 3

La scelta degli ingredienti

  • Le FARINE presenti in commercio sono di numerosi tipi. Quella più utilizzata è la farina 00, ma anche la “tipo 1” e la “tipo 2” sono farine meno raffinate semi integrali adatte alla panificazione. Altre farine utilizzate sono di kamut, di farro, di grano integrale, di grano saraceno, di semola di grano duro…
  • L’ACQUA è l’ingrediente fondamentale per fare il pane. Anche il latte viene di solito utilizzato come componente liquida per ottenere un pane soffice e profumato.
  • Il LIEVITO è la materia viva che fa lievitare il pane in commercio ne esistono di diverse tipologie. Ricordatevi che:
    • per 350 g di farina vi serviranno 2 cucchiaini di lievito di birra secco = 17 g di lievito di birra fresco e otterrete una pagnotta cotta dal peso di circa 600 g.
    • per 450 g d farina vi serviranno 2,5 cucchiaini di lievito di birra secco = 22 g di lievito di birra fresco e otterrete una pagnotta cotta dal peso di circa 750 g.
    • per 600 g di farina vi serviranno 3,5 cucchiaini di lievito di birra secco = 30 g di lievito di birra fresco e otterrete una pagnotta cotta dal peso di circa 1 kg.
  • Lo ZUCCHERO non è un ingrediente fondamentale ma attiva il lavoro del lievito.
  • Il SALE è un regolatore di lievitazione: non fa lievitare troppo il pane e lo rende saporito.
  • La MATERIA GRASSA come olio, burro o strutto, rendono il pane più saporito e più soffice.

pane 4

Come riempire la macchina del pane?

Posate lo stampo su una bilancia e riempitelo per prima cosa con la materia liquida (acqua, latte …), procedete poi pesando e distribuendo la farina sulla parte superficiale dell’acqua. Su un angolino dello stampo versate poi lo zucchero, su un altro angolino versate il sale necessario e su un terzo angolino versate la materia grassa. Agganciate poi il cestello alla macchina del pane, chiudete il coperchio e avviate il programma che avrete scelto.

pane 2

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...