Brioches ai cinque cereali

Un’altra versione delle mie brioches, questa volta adatte sia a un ripieno dolce che salato. Mi piace curare la piegatura, cercare d’esser precisa nel farle tutte uguali, non scurirle troppo in forno e trovo rilassante l’attesa della lievitazione e della cottura in forno… vedere come queste dolcezze lievitate crescano con il passare delle ore è appagante per me: mi dà sicurezza sapere che la precisione e i giusti tempi daranno un risultato unico e perfetto!

“L’eccessivo valore che diamo ai minuti, la fretta, che sta alla base del nostro vivere, è senza dubbio il peggior nemico del piacere.”

H. Hesse

IMG_0608

Brioches ai Cinque cereali

Ingredienti per 16 brioches piccole o 8 grandi

200 g di farina tipo ”2” (o alternativamente la ”o” o la ”1”), 70 g di farina ai Cinque Cereali, 1 cucchiaio di zucchero di canna, 2 cucchiaini di lievito secco attivo, 130 ml di latte tiepido, 50 g di burro lasciato a temperatura ambiente per 30 minuti, 1 uovo intero, 1 cucchiaino pizzico di sale.

Per la piegatura & per la decorazione

30 g di burro ammorbidito a pomata a temperatura ambiente, 1 uovo intero 2 cucchiai di panna o di latte, semi misti (sesamo, zucca, lino e girasole).

La preparazione di queste brioches è la stessa che ho utilizzato per le brioches sofficissime che troverete {qui}. Questa ricetta si presta sia per ripieni dolci a base di marmellata, oppure salati. La mia preferita è prosciutto e formaggio Cheddar… perfetto per l’ora del Brunch domenicale!

IMG_0609

Preparazione

Con la macchina del pane:

versate nel cestello della vostra macchina del pane l’uovo sbattuto, il latte, le due farine mescolate al lievito, il burro a piccoli pezzettini e lo zucchero. Selezionate il programma “solo impasto”. Dopo circa un minuto d’impasto, aggiungete il sale. Una volta terminato il programma estraete l’impasto e mettetelo sul piano di lavoro infarinato.

Impasto a mano o con l’impastatrice:

versate in una ciotola o nell’apposita ciotola dell’impastatrice le farine mescolate al lievito, il burro ammorbidito ridotto in piccoli pezzi, lo zucchero, il latte e il sale. Mescolate (o azionate l’impastatrice al livello più basso di velocità) e incominciate a impastare il tutto, fino ad ottenere un impasto omogeneo o liscio. Formate una palla, riponetela in una ciotola, coprite e lasciate lievitare per 3 ore in un luogo caldo e lontano da correnti d’aria.

Nel frattempo pesate i 30 g di burro e tagliateli a piccoli pezzettini. Metteteli in una ciotola e lasciateli ammorbidire a temperatura ambiente fino a quando non otterrete una morbida crema

Una volta lievitato il composto, dividetelo in 4 parti. Formate 4 palline e stendetele con un mattarello, infarinando un po’ se è necessario. Otterrete 4 cerchi di uguale grandezza. Spalmate il burro sulla superficie di 3 cerchi. A questo punto impilate i 3 dischi di pasta e crema al burro. Completate ponendo il disco non imburrato al di sopra degli altri. Riponete in frigorifero per un minimo di 30 – 40 minuti a un massimo di 1 notte (8 ore circa) a solidificare.

Infarinate il mattarello e in piano di lavoro. Stendete la torretta di dischi di pasta e burro, cercando di mantenere la forma tondeggiante. Stende fino ad ottenere circa 1 cm di altezza. Infarinate se necessario.

Con un coltello affilato, tracciate 8 triangoli grandi o 16 piccoli: formate prima una croce e poi una ”x”. Incidete con un coltellino la base di ogni triangolo e arrotolatelo verso la punta. Posizionate le brioches ben distanziate su una teglia rivestita di carta forno. Vi serviranno 2 – 3 teglie. Riponete le teglie in un luogo caldo, copritele con un canovaccio o con una pellicola alimentare e lasciate lievitare per 3 ore.

Scaldate il forno a 180°C. Spennellate le brioches con l’uovo sbattuto assieme al latte (o alla panna). Spolverizzatele con i semi e cuocetele per 20 – 25 minuti se avrete fatto delle brioches grandi, o 15 minuti se avrete fatto le brioches piccole, fino a quando non risulteranno dorate. Una volta cotte lasciatele raffreddare su una gratella. Si conservano per una massimo di 4 giorni in un sacchetto di plastica ben chiudo o in un contenitore ermetico. Se si dovessero asciugare troppo, riscaldatele pochi minuti in forno prima di consumarle: diventeranno di nuovo calde e fragranti come appena fatte!

Annunci

5 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...