Ensaimadas. Le brioches di Mallorca

In mezzo a tutti i miei impegni del periodo, trovo ancora un piccolo angolino per mantener vivo il mio blog… e per coccolarvi… e per coccolarmi.
Adoro le brioche, il pane, e il profumo che aleggia nella cucina mentre il forno li cuoce. Oggi vi propongo un’idea per la colazione: le ensaimadas! Sono delle soffici brioche a forma di chiocciola, tipiche di Mallorca (o Maiorca). Non è difficile farle: basta solo aver l’accortezza di rispettare tutti i tempi.
La Ensaimada è un dolce tipico dell’isola che a, partire dal 1996, è stata riconosciuta come prodotto Indicazione geografica protetta “Ensaïmada de Mallorca
Gli ingredienti sono: farina di frumento, acqua, uova, zucchero, strutto di maiale (in catalano saïm, da cui il dolce prende il nome) e lievito.
Una volta preparata la pasta, la si lascia lievitare, dopodiché si fa uno strato molto fine che va cosparso col grasso di maiale, si arrotola e si dispone il rotolo in spirale e infine si lascia levitare una seconda volta.
È possibile che derivi da un dolce ebraico (che ovviamente non prevedeva l’uso di grasso di maiale): infatti la nostra ricetta è a base di burro!
Ora non vi resta che rimboccarvi le maniche e incominciare a impastare…
Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi
Ensaimadas
Ingredienti per 10 piccole brioches
1 cucchiaino di lievito di birra secco
2 cucchiai di latte
100 ml d’acqua
2 rossi d’uovo
35 g di zucchero
50 g di burro
210 g di farina tipo ” 0 ”
un pizzico di sale
Per rifinire:
20 g di burro
zucchero a velo
Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi
Togliete dal frigo il burro almeno mezz’ora prima di incominciare a seguire la ricetta: deve risultare molto morbido. Intiepidite l’acqua assieme al latte e scioglietevi dentro il lievito secco. Sbattete i rossi d’uovo assieme allo zucchero in modo da formare un composto spumoso. Aggiungete poi il burro e alla fine il composto liquido di latte-acqua-lievito. Aggiungete poi il tutto alla farina e incominciate a impastare con una spatola. Alla fine, completate con un pizzico di sale. Girate il tutto con una spatola in modo da amalgamare tutti gli ingredienti. Il composto risulterà molto appiccicoso… ma è proprio così che deve essere!
A questo punto ungete una ciotola capiente con poco olio di semi e versateci dentro l’impasto. Copritelo e lasciatelo lievitare al caldo per 2 ore.
Trasferitelo poi nel frigo e lasciatelo le 3 ore seguenti oppure per tutta la notte. Una volta refrigerato, l’impasto diventerà più facile da lavorare.

Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi

Infarinate il piano da lavoro e versaci sopra l’impasto lievitato appena tolto dal frigo. Aiutandovi con un mattarello, formate un quadrato di 20 cm di lato. Ritagliate, con una rotella tagliapizza o con un coltello ben affilato, 10 strisce di 2 cm di lato corto. Avvolgete le strisce d’impasto su se stesse in modo da formare delle chioccioline. Suddividete 5 – 6 brioche per teglia perchè lieviteranno molto a temperatura ambiente.
Copritele e lasciatele lievitare per 45 minuti – 1 ora.
Scaldate il forno a 180°C ventilato. Spennellate le brioche con burro fuso e infornatele. Cuocetele per 20 – 25 minuti fino a doratura. Una volta cotte lasciatele raffreddare su una gratella.
Spolveratele poi con dello zucchero a velo.
Conservatele in un contenitore ermetico. Se alcune brioche vi avanzeranno, provate a tostarle nel tostapane e a riempirle di marmellata!
Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi Giulia Godeassi
Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...