Fettuccine con porri, gamberoni e pistilli di zafferano

Lo zafferano (Crocus sativus) è una pianta della famiglia delle Iridaceae, coltivata in Asia Minore e in molti paesi del bacino del Mediterraneo. In Italia le colture più estese si trovano nelle Marche, in Abruzzo e in Sardegna; altre zone di coltivazione degne di nota si trovano in Umbria e in Toscana. Dallo stimma trifido si ricava la spezia denominata “zafferano”, utilizzata in cucina e in alcuni preparati medicinali.
La parola zafferano deriva dalla parola latina safranum, che a sua volta deriva dall’arabo zaʻfarān (زعفران) (da aṣfar (أَصْفَر), che significa “giallo”).
Un tempo allo zafferano, di cui si utilizzano gli stimmi, venivano attribuite proprietà antispastiche, antidolorifiche e sedative. Lo zafferano, attualmente, viene utilizzato solamente dall’industria alimentare ed in gastronomia come spezia o come colorante, anche se è ricco di carotenoidi che riducono i danni cellulari provocati dai radicali liberi. Uno dei suoi utilizzi più tipici nella cucina italiana è nel risotto alla milanese o “risotto giallo”, così noto appunto per la colorazione che lo zafferano dà alla ricetta.
L’altro ingredienti principale per questa ricetta, son le fettuccine all’uovo di Luciana Mosconi. Decisamente la più buona pasta all’uovo in commercio… e-cchè-ve-lo-dico-affà!
Rovistando tra gli armadietti che ho in cucina ho trovato questa bilancia vintage! Mi ricordo chiaramente che quando ero piccola la utilizzavamo sempre… Ritrovarla ora è stata una grande sorpresa!
Fettuccine all’uovo di Luciana Mosconi
con porri, gamberoni e pistilli di zafferano
 
Ingredienti per 4 persone
 
250 g di fettuccine all’uovo di Luciana Mosconi
1 porro
25 gamberoni freschi
150 ml di crema di latte o panna da cucina
100 ml di latte
4 cucchiai di vino bianco
2 pizzichi di pistilli di zafferano (in alternativa 1 bustina di zafferano)
olio d’oliva
sale e pepe
prezzemolo fresco
Mondate e lavate il porro. Affettatelo finemente e mettetelo in un tegame. Fatelo stufare con 1 cucchiaio d’olio d’oliva e con poca acqua in modo che diventi morbido. Aggiungete i gamberi sgusciati, fateli rosolare assieme al porro e sfumate con il vino bianco. Salate e pepate. Aggiungete poi la panna e il latte e fate ridurre un po’ a fuoco basso per 8 minuti circa. Aggiungete poi 2 pizzichi di pistilli di zafferano (o 1 bustina di zafferano) e stemperate il tutto a fuoco spento.
Cuocete le fettuccine all’uovo di Luciana Mosconi in acqua abbondantemente salata.
Quando la pasta è cotta, scolatela e fatela saltare nel sugo cremoso. Lavate e tritate il prezzemolo. Io ho coltivato in prezzemolo in una piccola serra casalinga e le piantine sono così tenere e deliziose!!!
Per servire le fettuccine in modo che rimangano sempre calde e non si raffreddino nel piatto, utilizzate in forchettone e arrotolatele aiutandovi con un mestolo.
Servitele accompagnate da un ottimo vino bianco.
Oltre ai gamberi, potete arricchire il piatto aggiungendo anche delle capesante. E al posto dello zafferano potete utilizzare 1 cucchiaino di curry tostato prima con 1 cucchiaino d’olio e poi aggiunto alla crema di panna e porri.
______________________________________________________
 
Altre ricette:
Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...