La Carinzia e il Kugelhopf

La scorsa settimana, mi son concessa un piccolo viaggetto in Carinzia, Bundesländer dell’Austria vicina al confine friulano. Ci son stata molte volte, ma quest’anno sotto la veste di food lover, invitata da Richard Oswald, direttore del centro commerciale Atrio, lo shopping center più ecologico del mondo, abbandonandomi alle coccole di un ristorante sulla Drava, a Villach. Il ristorante di cui parlo è il Lagana, presso l’Holiday Hinn della città.

[immagine via Google]
Dalla struttura dell’albergo molto moderna, la parte della terrazza è riservata alla zona ristorante.
[immagine via google]
Grazie alla terrazza anche la sala all’interno è ampiamente soleggiata e conferisce alla sala del ristorante un piacevole torpore.
All’ora di pranzo siamo stati coccolati con un menù semplice ma davvero molto saporito.
Pane e burro per cominciare. Tipicamente tedesco, burro giallo di montagna aromatizzato con spezie come senape, paprika e prezzemolo. Non poteva mancare l’ottimo pane di segale.
Come primo piatto, una corroborante zuppa di radici: patate, carote, sedano rapa, scorzanera delicatamente intagliati a mo’ di fiorellino.
La zuppa nascondeva dei saporiti gnocchi di ricotta.
Come secondo piatto, filetto di trota di fiume, dal sapore leggermente “muschiato”, ma sapientemente accompagnata da crema di patate, asparagi verdi al vapore, pomodorino confit al sambuco e mousse di limetta… e pelle croccante!
Non poteva mancare la storica Wienerschnitzel accompagnata da insalata di patate, composta di fruttini rossi e limone sapientemente avvolto come un uovo di pasqua in una garza, per evitare che i semini dell’agrume cadessero sulla bistecca al momento della spremitura. Ben pensato!
Il dessert: una crespella ripiena di quark, la ricotta tedesca leggermente acidula. E per accompagnare il tutto: sorbetto al lampone, cialdina al cacao e composta d’arancia e zenzero. Molto scenografico.
Dopo questa avventura culinaria, mi son ben informata sulla gastronomia dell’Austria e ho scoperto che anche noi in Friuli ne abbiamo risentito molto l’influenza. Anzi, molte pasticcerie, ancora oggi, sfornano lievitati e dolci tramandati ancora dagli anni in cui la nostra regione era sotto il dominio austroungarico. Una prelibatezza tra le tante, oltre allo strudel, è il Kugelhopf o Gugelhupf. Si tratta di una brioche lievitata che nasconde al suo interno uva passa ed è cosparsa di mandorle. Una specie di panettone da mangiare tutto l’anno!
Kugelhopf
Ingredienti per uno stampo piccolo
 
150 g di farina di Manitoba
30 g di latte fresco
1 uovo intero piccolo
1 cucchiaino di lievito di birra secco
30 g di burro fuso freddo
30 g di zucchero
scorza di limone e d’arancia
30 g di uva passa
rum
Per prima cosa ho fatto rinvenire l’uva passa nel rum. L’ho poi strizzata bene ed asciugata.
Ho impastato bene la farina assieme allo zucchero, al lievito secco di birra, al burro fuso freddo, all’uovo sbattuto, al latte e alla scorza del limone e dell’arancia. Ho aggiunto 1 cucchiaio di farina in più se l’impasto risultava troppo umido. Ho aggiunto alla fine l’uva passa ben asciugata. Ho impastato per 15 minuti e fatto lievitare al caldo per 1 ora. Ho poi ripreso l’impasto, l’ho lavorato per 5 minuti e fatto di nuovo lievitare per 1 ora. Passato questo tempo, ho riempito la base dello stampo con le mandorle a lamelle e l’ho riposto all’interno. L’ho fatto lievitare sempre al caldo per 45 minuti.
Se siete sprovvisti di questo stampo, potete utilizzare un piccolo stampo per ciambella oppure dividerlo in mono porzioni e farne dei piccoli panini.
Ho fatto cuocere il Kugelhopf nel forno caldo statico a 180°C per 20 – 25 minuti. L’ho servito poi una volta raffreddato tagliato a fette assieme a dell’ottima marmellata.
Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...