Zuppetta speziata di ceci

I legumi fanno molto bene e io cerco di mangiarli sempre almeno 2 volte alla settimana sostituendo la carne.
Di solito li mangio sottoforma di zuppette la sera, perchè le trovo molto confortanti e mi fanno stare bene!
Il cece è una pianta erbacea della famiglia delle Fabaceae. I semi di questa pianta sono i cecilegumi ampiamente usati nell’alimentazione umana che rappresentano un’ottima fonte proteica.
Il nome latino “Cicer arietinum” deriva dal latino cicer. È noto che il cognome di Cicerone discendeva da un suo antenato che aveva una caratteristica verruca a forma di cece sul naso. Il nome specifico arietinum si riferisce invece alla somiglianza che hanno i semi con il profilo della testa di un ariete. Il cece coltivato deriva da forme selvatiche del genere Cicer, probabilmente da Cicer reticulatum. Le specie selvatiche si sono originate probabilmente in Turchia, mentre le prime testimonianze archeologiche della coltivazione del cece risalgono all’età del bronzo e sono state rinvenute in Iraq; i ceci si diffusero in tutto il mondo antico: antico Egitto, Grecia antica, Impero romano. 
La polvere di curry che ho utilizzato per questa ricetta viene invece da Istanbul  Ha molto profumo ed è un valido sostituto del sale perché assaggiandola sulla punta della lingua, l’ho trovata molto saporita. La tipica formulazione classica del curry comprende pepe nero, cumino, coriandolo, cannella, curcuma, ma anche chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, fieno greco, peperoncino.

 

Zuppetta speziata
di ceci
 
Ingredienti
per 2 persone
 
100 g di ceci secchi BIO (*)
un quarto di cipolla
mezzo spicchio d’aglio senza anima
30 g di carota
mezzo cucchiaino di curry amabile
olio d’oliva
300 ml di brodo vegetale
sale
(*) leggete bene le modalità di ammollo e cottura stampate sulla confezione dei ceci che acquistate! Possono differire da quelle di questa ricetta !!!
La sera prima, secondo le istruzioni riportate sulla confezione, ho messo in ammollo i ceci in acqua fredda e li ho lasciati reidratare per tutta la notte
 (circa 12 ore).
Il giorno dopo ho scolato i ceci e li ho ulteriormente sciacquati.
Ho tritato la carota, la cipolla e l’ aglio e li ho messi assieme al curry e 1 cucchiaio d’olio d’oliva in una pentola.
Ho fatto soffriggere il tutto: è molto importate scaldare la polvere di curry perché in questo modo rilascia tutti i suoi sapori. Molte persone aggiungono il curry come tocco finale alle pietanze, sbagliando, perché non hanno “liberato” i sapori in precedenza. Quindi ricordatevi: bisogna sempre tostare le spezie indiane con un po’ di condimento per averle veramente presenti nel piatto!!!
Dopo 2 minuti ho aggiunto i ceci e il brodo vegetale caldo. Ho fatto lentamente bollire il tutto per 1 ora e mezza (l’ora indicata sulla confezione dei legumi) e ho frullato poi il tutto, aggiungendo poca acqua se il composto risultava troppo asciutto.
Ho aggiustato di sale alla fine e … mangiata tiepida!
Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...